testata_ucronie

MONDI
I Mondi di Ucronie 2017:

Venerdì 21 Luglio 2017 – ore 21:00 – Chiesa Aragonese di Monte Urpinu – Via Pietro Leo – Cagliari

Next Habitat
Un racconto di Andrea Congia

Carlo Antonio Angioni – voce recitante

Manuela Ragusa – voce

Death Electronics – musiche originali
(Andrea Congia – chitarra classica/synth e Walter Demuru – live electronics/sound design)

Francesca Romana Motzo – clarinetto

Pamela Deiana – coreografia

Zoodancers – danze

La prima dimensione alternativa ad essere rappresentata: un percorso di rinascita che, tessera dopo tessera, ricostruisce il Mosaico dell’Armonia tra Uomo e Natura.

La penna di Andrea Congia disegnerà questo Mondo che, Venerdì 21 Luglio 2017, alle ore 21:00, sul colle di Monte Urpinu, verrà evocato tra gli alberi. L’ensemble Death Electronics, formato dal chitarrista Andrea Congia e dal sound designer Walter Demuru, darà vita ad una creazione musicale, che contrapporrà suoni del Mondo Animale e della Natura a suoni elettronici e al clarinetto di Francesca Romana Motzo, il soffio, il respiro della Vita. Le voci dell’attrice-cantante Manuela Ragusa e dell’attore Carlo Antonio Angioni percorreranno il viaggio di riconciliazione e dodici danzatrici, dirette dalla coreografa Pamela Deiana, si trasformeranno nel Mosaico della Vita.

 

Sabato 22 Luglio 2017 – ore 21:00 – Ex Ospedale Marino – Viale Lungo Mare Poetto – Cagliari

Next Solitudo
Un racconto di Giovanni Follesa

Drammaturgia – Andrea Congia

Produzione – Casa di Suoni e Racconti

Alessandro Fulvio Bordigoni – voce recitante

Andrea Congia – chitarra classica/synth

Raduno di Percussionisti

Un racconto di Giovanni Follesa

 

La seconda dimensione alternativa ad essere rappresentata: un Mondo dove tutto è Solitudine, in cui gli uomini sono costretti a non incontrarsi, a stare da soli per sempre, in cui l’unico modo per comunicare è quello di percuotere, picchiare, circondarsi di rumore, di rimbombi, di frastuono.

La penna dello scrittore Giovanni Follesa disegnerà questo Mondo che, Sabato 22 Luglio 2017, alle ore 21:00, di fronte all’Ex Ospedale Marino, nella spiaggia del Poetto, verrà evocato attraverso la Parola e la Musica.

Una voce e una chitarra (Alessandro Fulvio Bordigoni e Andrea Congia) volgeranno le spalle al grande edificio cadente in rovina e, circondati da una massa di percussionisti in movimento tra le sabbie, richiameranno il Vuoto, canteranno di una Città che non è più, canteranno di un Mare, del Buio, di un Deserto. Dentro e Fuori.

 

Venerdì 28 Luglio 2017 – ore 21:00 – Giardini Pubblici – Viale San Vincenzo – Cagliari

Next Medioevo

Un racconto di Rossana Copez

Drammaturgia – Andrea Congia

Produzione – Casa di Suoni e Racconti

Daniele Monachella – voce recitante

Gloria Uccheddu – voce recitante

Andrea Pisu – launeddas

Andrea Congia – chitarra classica/synth
Piccolo Coro di San Sperate – voci
(diretto da Sara Caria e Gianna Caria)

NEXT MEDIOEVO

 

La terza dimensione alternativa ad essere rappresentata: un tempo che non c’è ancora, che non c’era una volta, che è sepolto dalla Laguna e che attende di essere raccontato.

La penna della scrittrice Rossana Copez disegnerà questo Mondo che, Venerdì 28 Luglio 2017, alle ore 21:00, nei Giardini Pubblici, verrà evocato da Attori, Musicisti e Piccoli Cantori.

Gli antichi suoni del Crais Trio, formato dal suonatore di launeddas Andrea Pisu, dal chitarrista Andrea Congia e dal percussionista Massimiliano Murru, si intrecceranno alle voci degli attori Daniele Monachella e Gloria Uccheddu, narrando cose vecchie e nuove, mentre le voci bianche del Piccolo Coro di San Sperate, diretto dal Maestro Sara Caria, canteranno la preghiera segreta che nessuno conosce. Una Favola in cui gabbiani e pesci dialogano circondati da mura e macerie. Un Medioevo che non esiste.

 

Sabato 29 Luglio 2017 – ore 21:00 – Spiaggia di Giorgino – Viale Pula – Cagliari

 

Next Limes

Un racconto di Gianni Zanata

Drammaturgia – Andrea Congia

Produzione – Casa di Suoni e Racconti

Maria Loi – voce

Alessandra Leo – voce

Andrea Congia – chitarra classica/synth

Coro delle Sette Spade – voci

(diretto dal Maestro Gigi Oliva)

Marco Gallus – regia video

Davide Manca (Flymedia Creative) – riprese video

NEXT LIMES

La quarta dimensione alternativa ad essere rappresentata: un paesaggio dove tutto è al contempo Confine, Centro e Periferia, un luogo in cui perimetro e spazio coincidono. La penna dello scrittore Gianni Zanata disegnerà questo Mondo che, Sabato 29 Luglio 2017, alle ore 21:00, nella spiaggia di Giorgino, dinanzi a Villaggio Pescatori, spalancherà una finestra su uno degli angoli più suggestivi di Cagliari. Il Coro delle Sette Spade, formato da cantori provenienti da tutta la Sardegna e diretto dal Maestro Gigi Oliva, avvolgeranno le attrici-cantanti Maria Loi e Alessandra Leo e le musiche di Andrea Congia. Numerose donne comporranno una “scenografia vivente” su cui verranno proiettate alcune immagini del Golfo degli Angeli catturate dai droni di Davide Manca (Flymedia) e combinate dal regista Marco Gallus. Musica, Parola, Immagine e Movimento daranno forma a un Mondo che travalica l’idea di Limite.

 

IL FESTIVAL

Il Festival delle Musiche dei Mondi, Ucronie, è incontro tra Fantasia e Musica. Costruzione immaginifica che trae slancio dal linguaggio dei Suoni, collante per tutte le altre Arti utilizzate per la creazione di quattro Mondi che non esistono, per farli divenire Racconti e per la loro evocazione in Scena…  continua a leggere…

 

 

 

ARTISTI

Associazione Culturale Tra Parola e Musica – Casa di Suoni e Racconti

Nasce nel 2015 in seno ai percorsi del musicista Andrea Congia, della Rassegna “Significante” e dello Staff creatosi intorno a essa, da sempre dedicati allo Spettacolo e alla Parola e alla Musica. Ha lo scopo di liberare le Storie degli Uomini, raccontandole nelle vive performance, facendole viaggiare dalle pagine scritte all’Oralità e all’Azione. Esplora l’Arte, la Cultura, i Territori, i Linguaggi, gli Incontri, in costante sinergia con altre Realtà, nella ferma convinzione che Comunicare significhi Venire alla Luce.

 

Andrea Congia

Nasce a Cagliari nel 1977. Laureato in Filosofia. Chitarrista, autore e interprete nelle formazioni musicali sperimentali Nigro Minstrel, Mascherada, Antagonista Quintet, Crais Trio, Baska, Hellequin, Orchestrina dei Miracoli, Gastropod, Skull Cowboys, Death Electronics, Fàulas. Da anni prosegue sulla strada della coniugazione tra Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali sardi in particolar modo attraverso la direzione artistica della Rassegna di Spettacolo, dedicata alla Letteratura Sarda, “Significante”. Nel 2015 fonda l’Associazione Culturale Tra Parola e Musica – Casa di Suoni e Racconti di cui coordina le attività e i progetti.


Carlo Antonio Angioni

Attore teatrale e cinematografico, autore e regista, dal 1995 studia recitazione con maestri di fama nazionale e internazionale e dal 2005 prosegue la sua formazione apprendendo il metodo Sanford Meisner con Anna Maria Cianciulli (New York Film Accademy). Fondatore dell’Associazione Libri à Buffet cura la Rassegna “Parole, Note e Cucina”. Dal 2010 Direttore Artistico dell’Associazione Artifizio crea il format “Cittadini Sospesi”, curando la Rassegna di giornalismo d’inchiesta “Teatro di Guerra” e la Conferenza-Spettacolo “Crimini Coniugali”, incentrata sul tema della violenza sulle donne.

 

Manuela Ragusa

www.facebook.com/manuelaragusaofficial/

Nasce ad Enna nel 1991, si trasferisce in Sardegna nel 2001. Nel 2010 entra a far parte della Compagnia Teatro Actores Alidos ricoprendo diversi ruoli sia tecnici\organizzativi che artistici. Continua il suo studio attraverso diversi stage e workshop: Canto, Teatro, Musica, Canto armonico\gutturale, Danza contact, Teatro-fisico, Teatro-circo. Nel 2011 lavora con Vinicio Capossela come corista. Lavora a diversi spettacoli e performance, girando così l’Europa, sotto la regia di diversi artisti quali G.Angei, V.Pilia, V.Viviano, S.Namcylak, L.Parrella, S.Piano, Ga & Andrea Ibba Monni, N.Facchini, D.Monachella. Canta con un coro polifonico femminile a cinque voci in diversi Festival di Musica Etnica tra i quali Longe Lake Festival (Lugano), Marranzanu Festival (Messina), Balkanik Festival (Bucarest), Festival della Zampogna (Maranola) e tanti altri. Collabora con diverse radio locali come Speaker. Canta per la Fondazione Maria Carta accompagnata dai FantaFolk. Partecipa al contest Nazionale Tour Music Fest arrivando settima classificata. Attualmente si dedica allo studio della Musica, del Canto e del Teatro, perseguendo una crescita continua come Artista completa.

 

Death Electronics
Progetto Musicale Elettronico fondato nel 2012 da Andrea Congia, Walter Demuru e Francesco Medas. Diversi orizzonti espressivi convergono in un percorso in cui assumono notevole importanza aspetti melodici, armonici, ritmici, timbrici e performativi. Nel perseguire questa estetica, Death Electronics si è da sempre dedicato ad esperimenti di contaminazione tra la Musica Elettronica e altre espressioni artistiche, componendo vere e proprie colonne sonore dedicate al Teatro e al Cinema.

 

Francesca Romana Motzo

Diplomata in clarinetto, ha svolto la sua formazione classica tra Cagliari e Parigi. Esperta di Musica Creativa in campo multimediale, ricerca e sperimenta con la collaborazione di diversi artisti. Come musicoterapista studia e applica nuove tecniche di supporto a forti disagi psico-fisici e alla neogenitorialità. Consolida questo lavoro decennale nel 2011 con la creazione di due progetti: Contatto sonoro e Nati per la Musica. Dal 2013 fa parte di Spaziomusica – Area Didattica di Cagliari. Dal 2015 è partner del progetto di nuova gestione artistico-culturale dell’Exma – Exhibiting and Moving Arts.

 

Pamela Deiana

Danzatrice, insegnante e coreografa. È presidente del Circolo Culturale “Oasi d’Oriente” e vicepresidente del Circolo Culturale “Le Radici”. Si occupa di danze orientali, yoga, propedeutica alla danza per bambini, danza in gravidanza e danza in

fasce. È stata fondatrice e direttrice della Scuola di formazione in Danze Arabe e Mediorientali di Cagliari, collaborando con Maestri di fama internazionale. È referente per la Sardegna dell’Efoa University (European Federation of Oriental Arts) per la formazione di operatori del settore olistico.

 

Giovanni Follesa
Giovanni Follesa, classe 1969, è giornalista, scrittore e sceneggiatore. Ha pubblicato i romanzi Le truppe carrellate (Atì Editore, 2006), scritto con Piergiorgio Molinari. “Terra Mala” (con Rossana Copez, Il Maestrale 2011). “Le figlie di Bes” (Il Maestrale, 2012); “Avanti Marsch! La Grande Guerra 100 anni dopo” (con Rossana Copez, Arkadia Editore, 2015). Ha firmato soggetto e sceneggiatura del cortometraggio Welcome to Cagliari, premiato al concorso CIVICA, e del film per il cinema Randagi (2016) e Gli ultimi (2017). Ha firmato con Rossana Copez l’antologia “Giganti di Pietra” (Arkadia editore, 2016), firmando anche un racconto. Curatela, con Rossana Copez, del volume Back to Sardina – Sulle tracce di D.H. Lawrence (Condaghes edizioni, 2017).

 

Alessandro Fulvio Bordigoni

Attore, autore, cantante, speaker e insegnante di dizione, dal 1990 si avvicina al teatro formandosi con E. T. Arthemalle e S. Dattena, la Compagnia del Vicoletto, Ferai Teatro, Batisfera, Oopart Artisti Fuori Posto. Intraprende un percorso formativo sul “Metodo delle azioni fisiche” ispirato all’ultimo Stanislavskij ed a J. Grotowski ed E. Barba. Cofondatore gruppo teatrale Gozer Project, ha portato in scena “Patriot Act – il patriota americano“ e “Le parole perfette” scritto con Claudia Mandas. Nel 2015 ha pubblicato il suo primo libro “Tutt’uno con lo sfondo“, divenuto poi un audiolibro.

 

Roberto Matzuzzi

Nasce a Cagliari nel 1983. Sin dalla giovane età si dedica allo studio di batteria e percussioni: dal 1997 al 2000, nella sede della Banda Musicale Giuseppe Verdi di Sestu e, nel 2012, nella Scuola Bateras Beat Sardegna. Impegnato nell’esplorazione di diversi sound e tecniche percussive, ha collaborato nelle formazioni musicali Sacred Sword, Beyond Control, The Saddle of the Devils, Ilienses Tree e Boghes de Bagamundos ed è attualmente impegnato con i complessi, Skull Cowboys e Fàulas. Oltre all’impegno artistico, dal 2015 collabora in ambito organizzativo e tecnico con l’Associazione Culturale Tra Parola e Musica – Casa di Suoni e Racconti.

 

Rossana Copez

Nata a Cagliari, specializzata in Studi Sardi all’Università di Cagliari, insegna per anni negli Istituti superiori. Ha all’attivo numerose collaborazioni con quotidiani e riviste e ha curato diverse opere sulla cultura e la storia della Sardegna (Sagre e Feste, Janus – 1987; Il porto di Cagliari, Janus – 2002). Con Sergio Atzeni ha scritto “Fiabe Sarde” (prima edizione 1978; ristampa con Condaghes nel 1992); con Tonino Oppes “Tutti buoni arriva Mommotti” (Condaghes – 2008) e con Mohammed Ayyioub “Fiabe Palestinesi” (Condaghes – 2009). Per l’Editore Il Maestrale pubblica il romanzo “Si chiama Violante” (2004) e con Giovanni Follesa “Terra Mala” (2011).

 

Daniele Monachella

Attore teatrale, televisivo, cinematografico e doppiatore, avvia la sua formazione nel 1998 studiando con maestri di fama internazionale tra i quali Sinisterra e Clough. Direttore Artistico di Mab Teatro, Membro della collecting Artisti7607, approfondisce la sua preparazione nel Centro Sperimentale di Cinematografia e frequenta prestigiose scuole italiane ed estere. Interprete in nutriti set pubblicitari, televisivi e cinematografici e su prestigiosi palchi teatrali, annovera notevoli collaborazioni al fianco di professionisti del panorama nazionale e internazionale.

 

Gloria Uccheddu

Attrice e regista, si forma alla scuola di arti sceniche del cada die teatro a Cagliari. Nel 2009 frequenta il C.U.T. Centro Universitario Teatrale a Perugia. Nel 2012, in seguito a un percorso circense, si specializza come trampoliera. Continua a formarsi seguendo workshop teatrali con A. Santagata, C. Brie, M. Baliani, R. Rustioni, T. Cubas, e di teatro danza presso il T.off di Cagliari. Con un suo spettacolo arriva in semifinale al Premio Scenario 2015 e nello stesso anno fonda la Compagnia Nefos-Artisti Associati.

 

Andrea Pisu

Classe 1984, tra i più giovani suonatori di launeddas professionisti attualmente in attività, Andrea Pisu si avvicina allo studio delle launeddas con l’illustre scomparso maestro Aurelio Porcu. Risale al 1995 il suo debutto, a seguito del quale alterna partecipazioni in contesti tradizionali e sperimentali sardi, nazionali e internazionali. Insignito nel 2005 del Premio Maria Carta, ha al suo attivo sette registrazioni discografiche: Pass’e tresi, Oltre il confine, Sonadores in Ramadura, Freellu, Fantafolk, Launeddas Magiche Volume 2, A sa moda antiga.

Eugenio Aresu

Eugenio Aresu, classe 1977, percussionista. Suona prevalentemente le congas, strumento versatile e dal suono caldo. Ha collaborato con vari artisti e gruppi musicali, attualmente è parte integrante nelle formazioni dei Fagundu (electro-dub d&b strumentale) e dei Ratapignata (rocksteady).

 

Piccolo Coro San Sperate

Il Piccolo Coro San Sperate nasce nell’ottobre 2011 ed è composta ogni anno da una media di circa 45 coristi in una fascia d’età compresa tra i 4 e i 14 anni, diretti dalle insegnanti e fondatrici del Coro (e sorelle) Gianna Caria, da sempre appassionata di musica e bambini e Sara Caria, diplomata in Pianoforte al Conservatorio di Cagliari “G.P. Da Palestrina” ed ora studentessa di Composizione Corale e Direzione di Coro presso il medesimo conservatorio. Da sempre interessata agli studi di metodologia musicale, approfondisce la sua formazione sull’insegnamento della musica ai bambini attraverso il corso Nazionale riconosciuto dal ministero dell’istruzione sulla MLT (Music Learning Theory di E.Gordon) presso l’associazione AUDIATION INSTITUTE. Da poco più di un anno il Coro è affiliato alla Galassia dei Cori dell’Antoniano di Bologna e partecipa ai raduni organizzati in tutta Italia dall’Antoniano. ll Coro si esibisce attraverso concerti periodici e collabora con varie realtà locali, quali compagnie teatrali, organizzatori di eventi e scuole, e con autori di diversi brani resi famosi dallo Zecchino D’oro, come A.Cavazza e C.Napolitano. Già da qualche anno alcuni coristi partecipano alle selezioni dello Zecchino D’oro, giungendo tra i primi 20 su 6000 bambini selezionati in tutta Italia alle fasi finali a Bologna.

 

Sara Caria
Pianista, direttrice di coro e insegnante, intraprende lo studio del pianoforte all’età di 9 anni. Nel 2011 fonda, insieme alla sorella Giovanna, il Piccolo Coro San Sperate. Nel 2014 si diploma in pianoforte presso il Conservatorio di Cagliari e prosegue la sua formazione musicale frequentando il triennio di Direzione di Coro e Composizione Corale presso il medesimo Conservatorio. Nel 2015 segue il corso Estill Voice Training, uno studio interattivo e apprendimento delle strutture dell’apparato vocale e loro utilizzo nei vari stili di canto e continua a formarsi come didatta presso l’Audiation Institute di Milano, Associazione per la ricerca e la formazione sull’apprendimento musicale secondo la Music Learning Theory di Edwin E. Gordon.

 

Giovanna Caria
Insegnante e direttrice di coro, nel 1995 comincia la sua esperienza come direttrice nei cori di voci bianche, grazie alla sua passione per la musica e per la didattica rivolta ai bambini. Nel 2011 fonda, insieme alla sorella Sara, il Piccolo Coro San Sperate, portandolo nel corso degli anni ad esibirsi in concerti e spettacoli a livello regionale e nazionale. Segue periodicamente corsi di formazione per direttori presso l’Antoniano di Bologna.

 

Gianni Zanata

Cagliaritano, classe ‘62, è giornalista professionista e scrittore di romanzi e racconti. La sua attività di giornalista è cominciata in Radio, agli inizi degli anni ’80, per poi passare alla carta stampata e, successivamente, diventare il volto del Tg dell’emittente sarda “Sardegna Uno”. In veste di scrittore ha pubblicato tre romanzi e diversi racconti. Numerose le sue partecipazioni a incontri e Reading letterari.  Attualmente si occupa di comunicazione istituzionale presso la Regione Autonoma della Sardegna.

 

Maria Loi

Attrice, regista e cantante si forma e collabora con Fo, Kemp, Quartucci, Cara, Muscato, Heath. Prima attrice del Teatro Palazzo d’Inverno al fianco di Senio Dattena, nel 2009 fonda con questo l’Associazione Teatro Barbaro. “La chiave dell’Ascensore” di Kristof, “Tracina tracotante” di Gargiulo, “Fuochi” e “Lo scambio” di Dattena, “Le metamorfosi” da Ovidio sono alcune delle ultime produzioni teatrali che la vedono impegnata. Co-protagonista nel film di Mereu Bellas Mariposas, da tempo tiene laboratori di lettura e teatro per bambini e per adulti

Alessandra Leo

Attrice, cantante e didatta inizia la sua formazione teatrale frequentando i primi corsi di danza. Dal 1991 approfondisce il suo percorso di formazione in seno alla compagnia teatrale Actores Alidos, diretta dal regista Gianfranco Angei. Nel 2008 consegue la qualifica professionale, diplomandosi nei corsi del progetto europeo “Parnaso”. Nel suo percorso di formazione continua a perfezionarsi sotto la guida di: Y. Lebreton, G. Coullet, E. M. Laukvik (Odin Teatret), N. Facchini (Teatro Cantabile 2 Danimarca), C. Brie, M. Margotta e molti altri.

 

Ivo De Palma

Doppiatore, direttore del doppiaggio, dialoghista, attore italiano, Ivo De Palma dedica la sua intera carriera al microfono, a disposizione di chi ama l’ascolto e di chi, sotto sotto, coltiva il desiderio di farsi ascoltare. Inizia le sue prime esperienze in radio, entrando poi, nei primi anni ottanta, nel mondo del doppiaggio dopo aver seguito corsi di dizione e recitazione. Lavorando tra Torino e Milano, la sua voce ha trovato spazio in doppiaggi di telenovelas e anime giapponesi, telefilms e soap opera (Pegasus in “Cavalieri dello Zodiaco”, Mirko in “Love Me Licia”, “Licia dolce Licia”, “Teneramente Licia”, “Balliamo e cantiamo con Licia”, George Robinson in “Ti presento i Robinson”, Frank Cooper in “Sentieri” e tanti altri). Come attore ha interpretato il medico di casa Krueger in “Cento Vetrine” e Alfred Westman in “Vivere”.

 

Coro delle Sette Spade

Nato nel 2016 in seno alle attività della Casa di Suoni e Racconti, il Coro delle 7 Spade è il frutto di una sperimentazione musicale e, più in generale, artistica posta in essere per il Progetto Cinematografico “Death Before Love” (Produzione Casa di Suoni e Racconti, Skull Cowboys e Valentina Spanu) attualmente in via di elaborazione. L’operazione ha trovato l’adesione e la partecipazione di differenti formazioni canore provenienti da tutta la Sardegna incontratesi in Ogliastra nella Chiesa di Sant’Elena a Gairo Vecchio e del Buon Cammino a Cardedu per intonare un alternativo “Stabat Mater”. Il brano, con testo tratto dal componimento poetico medievale di Jacopone da Todi e musiche appositamente composte e arrangiate dal musicista e compositore Andrea Congia in collaborazione col Maestro Gigi Oliva, nasce con l’intento di unire gli stilemi del canto a cuncordu, del canto a tenore e più in generale del canto polifonico mediterraneo.

 

Luigi Oliva

Dopo aver conseguito il Diploma di Maturità Classica nel Liceo “Manno” di Alghero, prosegue la sua formazione conseguendo il Diploma di Operatore dei Beni Culturali della Chiesa nella Pontificia Facoltà Teologica della Sardegna, il diploma nel corso triennale sperimentale di Musica Etnica del Conservatorio G.P. da Palestrina di Cagliari e approfondisce la sua formazione in ambito etnomusicologico. Dagli anni ’70 si occupa di canto sardo di tradizione orale, avendo appreso dagli anziani cantori bosani il repertorio “a tragiu” di Bosa. Prende parte a vari concerti in ambito isolano con il Coro di Bosa e collabora per la realizzazione del CD “Canti popolari di Bosa e Planargia” (1998), curato dal centro di cultura popolare di Bosa. Si occupa dagli anni ‘80 anche di Canto Gregoriano e musica medioevale, partecipando a vari corsi regionali e nazionali tenuti da docenti di fama internazionale (G.B.Baroffio, N.Albarosa, F.Rampi, G.Milanese). Partecipa ai corsi di musica medievale del “Festival dei Saraceni” organizzati dall’Istituto Comunale di Musica Antica S.Cordero di Pamparato (1998 al 2001). Prende parte, guidato dal maestro S.Albarello e dal regista D.De Martino, al dramma liturgico medievale “Ludus Danielis” (1998). Collabora alla realizzazione del progetto sulla lingua sarda “Archivi sonori” (Regione Sardegna – 2008). Cura con gli etnomusicologi I.Macchiarella e R.Milleddu, la realizzazione del XV e XVI volume, dedicati ai cori polifonici, della Enciclopedia della musica sarda (L’Unione sarda – 2011). Ha collaborato con diverse realtà culturali e attualmente segue la direzione artistica di alcune formazioni canore isolane.

 

Marina Pinna

Inizia il suo percorso canoro e musicale all’età di 11 anni presso il Conservatorio Pierluigi Da Palestrina di Cagliari, si diploma in pianoforte presso il Conservatorio Luigi Canepa di Sassari e conclude gli studi diplomandosi in didattica della musica al Conservatorio di Cagliari. Insegnante di educazione musicale presso numerosi istituti scolastici isolani, dirige il Coro della Compagnia Teatrale Accademia ed è attualmente Presidente dell’Associazione Musicale Arte-Musica di Guspini.

 

Marco Gallus

Nato a Cagliari nel 1968. Si occupa di video da circa trent’anni, alternando le sue produzioni alle collaborazioni per terzi. La prima fase della sua attività è stata dedicata principalmente allo studio della regia e del linguaggio cinematografico, periodo in cui ha realizzato una decina di cortometraggi; successivamente, invece, ha preferito dare maggiore spazio all’attività di operatore di ripresa e al montaggio audio e video. Negli ultimi anni ha riversato tutte le sue attenzioni al documentario, genere che lo ha riportato alla regia. La sua regia si occupa del sociale, delle storie al margine, ossessionato dalla necessità di “rivisitare” la storia per raccontarla con occhi nuovi che permettano di capire meglio il nostro presente. Il suo ultimo documentario (lavoro più importante realizzato) si intitola “Vinti ma non convinti”, racconta la vita e le idee del poeta Francesco Masala, una figura di enorme spessore la cui grandezza è stata riconosciuta a livello internazionale. Appassionato di nuovi linguaggi e di sperimentazione nell’anno 2017 si occuperà di realizzare un web doc o documentario interattivo dal titolo “Sa limba est s’istoria de su mundu”, dedicato all’opera omnia del poeta Francesco Masala.

 

Davide Manca Flymedia

Dopo aver conseguito il diploma all’Istituto Tecnico per Geometri “Ottone Bacaredda” di Cagliari, si dedica ad approfondire la sua formazione seguendo la sua passione per il volo e l’aeromodellismo. Tra il 2008 e il 2009 consegue l’attestato di volo VDS (pilota di ultraleggeri complessi e avanzati biposto) e successivamente l’abilitazione alla Fonia Aeronautica presso la Scuola di volo “La Tana del Volo” di Siliqua. Nel 2009 consegue la certificazione per l’utilizzo di velivoli radiocomandati con pilota remoto, conosciuti più comunemente come droni, avviando nel 2011 l’azienda di video e foto produzione aerea “Flymedia”. Ha all’attivo diverse collaborazioni in ambito sanitario per piccoli video pubblicitari con la “Kinetika Sardegna”, ha realizzato alcuni spot per il Forte Village e collaborato con la PBM – Videolina e ha inoltre operato per realizzare le immagini aeree del Film “Chi salverà le rose” di Cesare Furesi e del progetto cinematografico “Death Before Love” attualmente in via di elaborazione.

 

PARTNER 2017

PRESS AREA 2017