Immagine di Testata Traparola e Musica

  .
EDIZIONE 2017
  .
Quaderni del Carcere
Diavoli Rossi
La Festa del Cristo
Araj Dimoniu
Il Cinghiale del Diavolo
Il Dio Petrolio
Baroni in Laguna
Paska Devaddis
Un Anno sull’Altipiano
Il Canto del Dominatore
  .
.<--  Indietro

BARONI IN LAGUNA di Giuseppe Fiori
Appunti sul Medioevo in un angolo d’Italia a metà del XX Secolo

Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena

Drammaturgia – Stefano Ledda

Produzione – Teatro del Segno

Stefano Ledda – voce recitante
Juri Deidda – sax tenore
Andrea Congia – chitarra classica/synth

Tra Giornalismo, Riflessione e Poesia, un affresco profondo della Società Sarda degli anni Sessanta. Nel dipinto musicale le parole rimbalzano come sassi su uno specchio d’acqua. Un’enorme Luna galleggia sullo stagno di Cabras. Intorno ad essa la folla degli schiavi di un privilegio antico. La Modernità emerge dalle falde nere del Dominio. La Giustizia si inabissa nel torbido stomaco dei voraci Baroni. Tra Parola e Musica l’attore Stefano Ledda e i musicisti Juri Deidda e Andrea Congia danno voce a Uomini e Donne che, insieme, si oppongono alla Prepotenza. Per i Figli.

Il Libro
Baroni in Laguna di Giuseppe Fiori testimonia, con rigore giornalistico e sapienza narrativa, un capitolo spesso dimenticato della storia recente della Sardegna; la lotta dei pescatori di Cabras, per l’abbattimento della piramide feudale, schiacciati in uno stato di arretratezza e miseria. Un angolo di Sardegna che, ancora imprigionato nel Medioevo, diventa teatro di una rivolta in cui improvvisamente il potere baronale si infrange e i pescatori e le loro famiglie, spinti a scelte disperate e pericolose, affermano i propri diritti.

Giuseppe Fiori (Silanus 1923 – Roma 2003)
Giornalista, scrittore e politico italiano. Laureatosi in Giurisprudenza, intraprese la carriera lavorando dapprima all’Unione Sarda e poi passando alla sede Rai di Cagliari. Direttore di Paese Sera fu anche Senatore della Sinistra Indipendente per ben tre legislature. Uomo colto e profondo e vigile indagatore della società che lo circondava, fu autore di numerosi libri. Di grande rilievo sono state le grandi biografie politiche in cui colse gli aspetti più caratterizzanti dei suoi “personaggi”, tra questi, Gramsci, Lussu, Berlinguer.