Immagine di Testata Traparola e Musica

  .
EDIZIONE 2017
  .
Quaderni del Carcere
Diavoli Rossi
La Festa del Cristo
Araj Dimoniu
Il Cinghiale del Diavolo
Il Dio Petrolio
Baroni in Laguna
Paska Devaddis
Un Anno sull’Altipiano
Il Canto del Dominatore
  .
.<--  Indietro

IL CINGHIALE DEL DIAVOLO di Emilio Lussu
Caccia e Magia

Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena

 

Drammaturgia – Carlo Antonio Angioni e Andrea Congia

Produzione – Artifizio

Carlo Antonio Angioni – voce recitante
Andrea Congia – chitarra classica

Una storia di caccia e magia in cui elemento naturale e soprannaturale si compenetrano; il tempo imprime e registra nella memoria eventi e non numeri. Tra Parola e Musica, attraverso la profonda voce dell’attore Carlo Antonio Angioni accompagnato dai tortuosi cupi misteri proposti dalla chitarra di Andrea Congia, un racconto e insieme uno spaccato dei tempi che furono, una storia di equilibri naturali e demoni, di uomini e bestie.

Il Libro
Pubblicato nel 1968 dall’Editore Lerici, Il Cinghiale del Diavolo – Caccia e Magia è l’unico testo della vasta attività di Emilio Lussu, scritto nel 1938, che egli stesso definisce Racconto. In un’atmosfera sospesa tra realtà e magia, l’Autore rievoca la memoria di un’arcaica e primitiva Sardegna, ispirandosi ai racconti tante volte sentiti dalla viva voce dei protagonisti. Tradotto nel 2003 da Matteo Porru per le Edizioni Condaghes in lingua Sarda Campidanese, diviene nel 2007 Fumetto a cura di Sandro Dessì e Roberto Manca.

Emilio Lussu (Armungia 1890 – Roma 1975)
Scrittore, politico e militare, consegue la laurea in Giurisprudenza a Cagliari. Partecipa alla Grande Guerra distinguendosi per il coraggio, l’umanità e il grande carisma, riportandone traccia in uno dei suoi più importanti scritti “Un Anno sull’Altipiano”. Protagonista in seguito nell’accanita lotta contro il Regime Fascista al fianco di altri intellettuali e politici, Emilio Lussu è stato sempre in prima linea nella battaglia per l’affermazione dell’Autonomia della Sardegna e inoltre Padre Fondatore della Repubblica Italiana.