HEADER_SITOWEB_SIGN2016

 .
  .
EDIZIONE 2016
  .
Sa Reina
Sonetàula
Maschere di Carta
Paska Devaddis
Caccia Grossa
La Notte delle Fiaccole
  .
.<--  Indietro

SONETÀULA di Giuseppe Fiori
Un Ragazzo Bandito

Una Lettura della Vendetta

Drammaturgia – Camilla Soru e Andrea Congia

Produzione – Casa di Suoni e Racconti

Camilla Soru – voce recitante
Andrea Congia – chitarra classica/synth

Scorrono immobili i giorni di una Terra aspra, mentre un inaspettato Progresso giunge quasi a sproposito. In uno scenario avverso, un Uomo è costretto al confino per un crimine non commesso e suo figlio cresce tra pendenti ingiustizie. Si alza repentino, dall’alone di un’etica antica, un vento di Furia e Riscatto. Tra Parola e Musica, la voce di Camilla Soru scandisce il racconto della Macchia e della Vendetta e le sei corde di Andrea Congia vibrano al tempo di ogni colpo sferrato.
Una Storia di Solitudini.

Il Libro
Pubblicato nel 1962 dalla Casa Editrice Canesi e riproposto nel 2000, in una versione ridotta, dall’Editore Einaudi, Sonetàula è la storia di Zuanne Malune, strappato all’affetto del padre e cresciuto dal nonno Cicerone e dall’amico Giobatta. Dal furto di un capo di bestiame scaturisce una serie di eventi, dettati da un codice di regole non scritte, che segnano profondamente le sorti del protagonista. L’Opera, presentata nel 1960 al Premio Letterario Grazia Deledda di Nuoro, si aggiudica il secondo posto. Nel 2008 diviene film per la regia di Salvatore Mereu.

Giuseppe Fiori (Silanus 1923 – Roma 2003)
Giornalista, scrittore e politico italiano. Laureatosi in Giurisprudenza, Giuseppe Fiori intraprende la carriera giornalistica lavorando dapprima per l’Unione Sarda e poi passando alla sede Rai di Cagliari. Direttore di Paese Sera, copre la carica di Senatore della Sinistra Indipendente per ben tre legislature. Attento e vigile indagatore della società, oltre alle opere giornalistiche e di narrativa, si dedica al filone delle biografie politiche in cui riesce a cogliere gli aspetti più caratterizzanti dei protagonisti presi in esame: tra questi, si ricordano Gramsci, Lussu e Berlinguer.